Come funziona la tecnica del raddoppio

raddoppio scommesse

Quando si scommette attraverso il servizio di uno dei tanti siti scommesse che operano nel territorio italiano è sempre bene avere delle strategie che permettano di migliorare le proprie performance e rischiare meno. Alcune di queste strategie sono dei veri e propri sistemi basati sullo studio della matematica e delle probabilità. Seguendo la logica di questo tipo di sistemi è possibile, ad esempio, recuperare le somme perse dopo alcune puntate con una sola vincita successiva, guadagnando magari anche qualcosa in più. In questa guida potete trovare tutto quel che c’è da sapere su uno di questi metodi in particolare, ovvero il metodo del raddoppio.

Questa tecnica viene utilizzata dagli scommettitori di tutto il mondo da ormai tantissimi anni e, anche se non è possibile affermare per certo che essa abbia sempre e comunque risultati positivi, la teoria è basata su studi solidi e scientifici. Ovviamente, se esistesse un metodo perfetto che permetta di vincere in qualunque caso l’intero settore cadrebbe in mille pezzi, ciò non toglie che questi sistemi abbiano un’effettiva validità ed è forse per questo che sono tanto utilizzati. Ma passiamo subito al sodo: ecco tutte le informazioni necessarie per mettere in pratica il metodo del raddoppio nelle proprie scommesse sportive.

La tecnica del Raddoppio – Come funziona

Nei prossimi paragrafi potete trovare molti approfondimenti sulla tecnica del raddoppio per le scommesse sportive, ma prima è bene iniziare dalle basi per comprenderne a fondo il funzionamento, anche se esso non è molto complicato. Cominciamo quindi dallo spiegare esattamente in cosa consiste questo sistema. La tecnica del raddoppio è un sistema cosiddetto “a progressione”. Questo vuol dire che è basato su una formula matematica che determina una serie di valori. Esistono sistemi a progressione basati, ad esempio, sulla proporzione aurea o su formule molto complicate.

La tecnica del raddoppio è una delle più semplici in assoluto, anche se ci sono degli accorgimenti da prendere in modo da fare le cose per bene. Come è facile intuire dal nome di questo sistema a progressione, l’utente non deve fare altro che raddoppiare la cifra scommessa in una puntata perdente in quella successiva in modo da, nel caso di vittoria, recuperare anche tutte le perdite. Messa in atto così, però, questa tecnica potrebbe fallire e portare a risultati non molto soddisfacenti. Per essere sicuri di effettuare una strategia accurata è necessario far caso anche ad altri fattori. Ecco quali sono.

Come mettere in pratica la tecnica del raddoppio per le scommesse sportive

Per non rischiare di sbagliare a mettere in pratica questa strategia, nonostante essa sia veramente molto semplice, è fondamentale agire seguendo una certa logica di gestione del proprio budget. Queste precauzioni servono per evitare di spendere troppo e di ritrovarsi in problemi potenzialmente anche gravi.

Per giocare responsabilmente è necessario quindi stabilire un budget di partenza con l’obiettivo di superare quel valore alla fine della sessione di betting. Per fare un esempio esplicativo, supponiamo di voler investire una cifra di 100 euro. Questa cifra prende il nome di bankroll e va poi divisa in parti uguali. Il numero delle parti è deciso dal giocatore in base a quanto egli voglia puntare ad ogni scommessa singola. Ipotizzando di voler fare 10 scommesse, avremmo 10 unità da 10 euro l’una.

Il metodo prevede dunque di raddoppiare le unità investite in una sola puntata progressivamente l’una dopo l’altra. C’è poi una variante che prende il nome di Martingala, la quale è anche più conveniente. Per mettere in pratica questa tecnica è necessario raddoppiare la puntata solamente in caso di scommessa persa, giocando quindi in maniera meno pericolosa e ottimizzando il rapporto rischi e opportunità.

Su quali giochi si può usare la tecnica del raddoppio

Dato che i sistemi a progressione sono tutti basati su formule matematiche, la maggior parte di essi sono applicabili veramente a qualunque tipo di scommessa. La tecnica del raddoppio, come detto, è uno dei sistemi più semplici in assoluto ed è per questo che esso viene utilizzato in moltissimi giochi da casinò come il blackjack, le slot machine, i tavoli da poker e tanto altro ancora. Come ovviamente si può intuire, però, la tecnica si adatta molto bene anche e soprattutto sulle scommesse sportive. Si può quindi utilizzare per scommettere su partite di calcio, basket, pallavolo e chi più ne ha più ne metta.

Ovviamente la tecnica non si adatta solamente alle competizioni di squadra ma anche alle discipline che prevedono incontri singoli tra atleti professionisti. Un’altra sezione in cui è possibile utilizzare la tecnica del raddoppio e molti altri sistemi a progressione è sicuramente quella degli Esport, che prende sempre più piede tra gli appassionati di scommesse e videogiochi da tutto il mondo.

Le opzioni che si possono scegliere all’interno dei vari bookmaker, insomma, sono davvero moltissime e non c’è che l’imbarazzo della scelta. Non rimane dunque che scegliere la propria piattaforma preferita e mettere in pratica la tecnica del raddoppio sulle vostre strategie di betting.

Funziona veramente la tecnica del raddoppio?

Come già detto in precedenza, e come è ovvio immaginare, non esiste un metodo vincente al cento per cento per effettuare scommesse. Ne andrebbe della logica su cui si basa l’intero settore e la voce si spargerebbe in un baleno, donando ricchezze a tutti. Ciò ovviamente non è possibile, ma questo non vuol dire che non ci sia saggezza nell’utilizzare uno dei sistemi scommesse che ormai è entrato nella tradizione del betting.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.