Ibrahimovic testimonial per la Lombardia contro il Covid-19

zlatan ibrahimovic spot covid

Negli ultimi giorni abbiamo visto salire nuovamente i contagi dovuti al Coronavirus e questo ha costretto il Governo a prendere nuove misure di sicurezza. Sta succedendo un po’ in tutta Italia, ma il picco di contagi si può vedere a Milano e in varie parti della regione Lombardia. Come sappiamo, già nel mese di Marzo abbiamo visto chiudere tante attività e sospenderne altre, tra queste anche lo sport. Molte competizioni sportive sono stata annullate e spostate, anche per quanto riguarda il calcio, lo sport più seguito in Italia. Per ora le competizioni stanno andando avanti, ma gli stadi sono vuoti e bisognerà vedere comunque se tutto continuerà in modo regolare nelle prossime settimane, dato che i contagi si alzano sempre di più. Il calcio si è fermato anche perché vari giocatori sono risultati positivi, tra questi troviamo l’attaccante del Milan, Zlatan Ibrahimovic. Proprio per questo il calciatore è stato scelto come testimonial per uno spot contro il Coronavirus, vediamo di che si tratta.

Ibrahimovic e lo spot di speranza

“Il virus mi ha sfidato e io ho vinto, ma tu non sei Zlatan, non sfidare il virus. Usa la testa, rispetta le regole: distanziamento e mascherina sempre. Vinciamo noi”. Queste sono le parole di Zlatan Ibrahimovic nello spot pubblicato sui suoi profili social e che sta girando in tutto il web.

Il video è stato girato sul 39esimo piano, nel Belvedere di Palazzo Lombardia ed è in collaborazione con la Regione più colpita dal virus al momento. Ma perché è stato scelto Ibrahimovic come testimonial? In primis perché è un calciatore molto affermato e apprezzato dei tifosi, ma anche perché è risultato positivo al Covid-19 il 24 settembre ed è guarito il 9 ottobre, terminando la sua quarantena. Ibrahimovic, a causa della sua positività al Covid-19, ha saltato quattro partite: 2 di Europa League e 2 di campionato. E’ rientrato in campo per il derby, vinto a 2-1, con doppietta. E’ tornato a giocare alla grande, con 6 goal messi a segno in 3 match di Serie A, oltre a guadagnarsi il primo posto nella classifica dei marcatori, con una media di una rete ogni 45 minuti, ovvero la seconda migliore in tutta Europa. Ma il virus l’ha comunque segnato e per questo ha voluto dare un suo personale contributo.

Bookmaker Bonus Recensione Visita
1 Scommessa senza rischio di 10€ Leggi Ora Visita

L’idea dello spot e la forza di Ibrahimovic

E’ stato Attilio Fontana a chiedere aiuto a Zlatan Ibrahimovic per la campagna contro il Coronavirus, e il calciatore ha risposto immediatamente con uno spot corto ma emozionante. Il presidente della Regione lo ringrazia su Facebook dicendo: “Grazie Ibra per questo importante contributo. Insieme vinciamo!”. Dato che il calciatore ha sconfitto il virus, era una delle persone più indicate a mandare questo messaggio di speranza e fiducia verso il popolo italiano. Il presidente aggiunge: “Zlatan a fine settembre risultò positivo al Coronavirus e il suo commento fu: “Il Covid ha avuto il coraggio di sfidarmi? Cattiva idea”. Dopo 15 giorni di stop è tornato in campo. L’idea di coinvolgere Ibra mi è venuta vedendolo giocare la sera del derby, ho pensato che avrebbe potuto aiutarci a lanciare un messaggio. Lui ha accettato l’invito dimostrando una grandissima sensibilità e assoluta disponibilità. Per questo lo ringrazio”.

In un paese come l’Italia, in cui il calcio regna sovrano, uno spot come questo può arrivare nelle case di tantissime persone e dare speranza, oltre che indicazioni sulla sicurezza e sull’importanza di rispettare le regole. Molte persone infatti non si rendono ancora conto della gravità della situazione, per questo è utile mandare un messaggio forte da una persona molto apprezzata. Altri giocatori sono stati colpiti dal virus, come Cristiano Ronaldo, e si sono dovute interrompere diverse partite. L’obiettivo è quello di sconfiggere il virus, una volta per tutte, ma ci vorrà tempo. Per ora possiamo solo limitare i danni, cercando di essere il più responsabili possibili, verso noi stessi e verso gli altri. Si stanno già prendendo molte precauzioni, soprattutto nella regione Lombardia, la più colpita dal virus in questa nuova ondata. Presto potremo assistere a misure di sicurezza più estreme, per questo è importante aiutarsi gli uni con gli altri.

Sport e Coronavirus: Un messaggio forte e chiaro

In un momento come questo, la Regione Lombardia ha voluto far lanciare un messaggio forte e ha voluto chiedere la partecipazione di un calciatore influente. Perchè tutto ricominci ad essere come prima, infatti, è importante rispettare le regole. Tante attività, tra cui i siti di scommesse online, hanno ricevuto un duro colpo sul fatturato quest’anno. E’ stato promosso il Fondo salva-sport, con una tassa sugli operatori di scommesse. Negli ultimi mesi abbiamo visto che una ripresa dei siti di betting come Unibet o 22bet, che si erano parecchio fermati a causa della sospensione degli eventi sportivi. Ad ogni modo, è sempre possibile trovare bonus di benvenuto e varie promozioni, disponibili sui maggiori eventi del momento, sperando che non dovranno essere annullati.

Bookmaker Bonus Recensione Visita
1 122% fino a 100€ Leggi Ora Visita

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.